| Prossimamente |

pagine : 192
dimensioni : 14,5x21
prezzo : € 20,00
ISBN : 9788871867199
Anno di pubblicazione : 2018



acquista su amazon _____________
Carnet
Annotare, immaginare, stupirsi
a cura di Elio Grazioli, Riccardo Panattoni  
 



Questo libro appartiene alla collana imm’ – Cultura dell’immagine.

Accade, magari mentre si è seduti sulla terrazza di un caffè, assorti in quella che Roland Barthes definisce una tipica attività da pensionati, di sentire la necessità di annotare qualcosa che inaspettatamente ci ha colpiti. Si allunga allora una mano nella tasca e si estrae quel piccolo carnet che portiamo sempre con noi, come se dovessimo essere sempre pronti, nonostante tutto, a trattenere un’idea, a tratteggiare uno spunto, a constatare con sorpresa come il tempo continui a scorrere. Tuttavia, appena abbiamo la penna in mano le cose, senza un preciso perché, tendono subito a complicarsi e l’immediatezza di ciò che abbiamo appena colto con intensità sembra allontanarsi dalla sua urgenza. Annotazioni occasionali, appunti di viaggio, intuizioni momentanee, resoconti di sogni scritti con impellenza, fotografie e disegni presi al volo, descrizioni e osservazioni dirette, tutto quanto non è “definitivo”: questo è l’argomento del volume. Qui è infatti dove il senso si affaccia, prima di un’elaborazione, e già scattano meccanismi e dinamiche di un pensiero e di un’immaginazione forse altre. Quindi e soprattutto si troveranno analisi e riflessioni su tali meccanismi e dinamiche particolari, sui loro usi e reinvenzioni all’interno di opere, di film, di romanzi, di teorie, sulla loro diversità negli ambiti diversi della parola e dell’immagine, sulle loro applicazioni negli ambiti della ricerca e delle pratiche creative, sul loro significato nell’era del Web e dell’interattività. Dai disegni di Victor Hugo al cinema di Wim Wenders, passando per Georges Perec, Gianni Celati, Vivian Meier, William Kentridge, per arrivare agli spazi immersivi, a Internet, al virtuale.